Comune di Capranica

Capranica durante l’Impero Romano , divenne presidio militare in quanto attraversata dalla Via Cassia ,arteria fondamentale per per il collegamento Viterbo - Roma Con il tramonto dell’Impero Romano seguirono le continue invasioni barbariche che distrussero Vico Matrino e dispersero la popolazione che vi abitava. Nel Medioevo passò sotto la protezione del Patrimonio di San Pietro . Gli Anguillara fedeli al Papa ebbero per alcuni secoli il dominio del paese. Furono poi scacciati nel 1465 , per passare definitivamente sotto il governo della Santa sede. Il Cardinale Cybo fu l’ultimo ad occuparsi del paese fino alla conquista di Capranica dall’Imperatore Napoleone Bonaparte . Capranica vanta un’apprezzata produzione di nocciole, viti e castagni. Vanto della Città è lo splendido Tempio Romanico di San Francesco ancora perfettamente conservato al cui interno in un sarcofogo eseguito dall’artista Paolo Di Gualdo riposano le spoglie di due capitani di ventura della famiglia Anguillara , Nicola e Francesco. http://youtu.be/5eAkgweOXmo

Categorie:



Transumanza nella tuscia viterbese

Iniziato il conto alla rovescia per la seconda edizione della “Transumanza nella Bassa Etruria”, l’iniziativa in programma dal 25 al 27 settembre organizzata dall’Associazione “Terre d’Etruria”.33gD_9Zf5HU

 

http://youtu.be/c7AuQYteu4k
La tradizione della transumanza ha radici forti nel territorio laziale, rimasto uno dei pochi in Italia ancora interessato allo spostamento delle greggi dalle zone collinari e montane verso i litorali pianeggianti secondo il ritmo delle stagioni. Il percorso un tempo avveniva tramite dei sentieri detti tratturi, con un viaggio che durava diversi giorni e delle soste in luoghi prestabiliti, le "stazioni di posta". 
Oggi l’Associazione “Terre d’Etruria” in collaborazione con le Associazioni dei Butteri dei paesi interessati ha deciso di riproporre la possibilità di vivere l’esperienza della transumanza trasferendo un piccolo branco di cavalli composto da fattrici e giovani puledri di razza tolfetana lungo un itinerario che attraverserà il paesaggio ancora selvaggio e affascinante della bassa Etruria.
Il percorso individuato tocca diversi Comuni: Vejano, Barbarano Romano, Blera, Civitella Cesi, Monteromano, Tolfa, Canale Monterano, Oriolo Romano, attraversando i territori delle Università Agrarie, il Parco Marturanum e la Riserva di Canale. 
Tante saranno le occasioni per vivere una esperienza suggestiva e indimenticabile lungo il tragitto: il primo giorno, venerdì 25 settembre, ci sarà un’escursione a cavallo lungo la riva del fiume Mignone fino alla suggestiva zona archeologica di Lumi per poi ripartire in direzione del bellissimo territorio della Farnesiana. Il secondo giorno, sabato 26, il percorso interesserà la Rocca di Tolfa e il suggestivo Borgo di Rota per terminare alla Riserva di Monterano. L’ultimo giorno, domenica 27, il gruppo di cavalli e cavalieri partiranno alla volta del Parco della Mola di Oriolo Romano e attraverseranno il Borgo di Vejano per dirigersi verso l’ultima tappa di Civitella Cesi dove si concluderà la transumanza. 
“Questo evento – spiega Franco Amadio, responsabile comunicazione dell’Associazione Terre d’Etruria – diventato già un appuntamento per tutti gli appassionati di varie regioni Italiane e rappresenta una grande opportunità per far conoscere e sviluppare questo bellissimo territorio a a cavallo tra la provincia di Viterbo e quella di Roma ricco di storia, sapori e tradizioni.

Per ulteriori informazioni www.terredetruria.it


Categorie:



Agriristoro "La Ciotola" Valentano VT

La struttura è immersa nel verde con vista panoramica e ubicata a Valentano in Via della Villa 27. E’ un locale accogliente con personale gentile e disponibile, soprattutto d’estate con i tavoli all’aperto nella verandina.

Categorie:



Centro Ippico "Rio Vicano" Castel Sant'Elia VT

I’l centro ippico e l’agriturismo Rio Vicano è situato a Castel Sant’Elia, un paese ricco di storia che conta circa 2.200 abitanti a metà strada tra Roma e Viterbo.

Categorie:




  • Prev
  • 1
  • Next