Comune di Acquapendente VT

Descrizione

Acquapendente è situata nell’esterno Nord del Lazio

quasi al confine conToscana e Umbria , una decina di chilometri a

nord del lago di Bolsena
presso la Riserva naturale di Monte Rufeno che si trova

sulla via opposta del fiume Paglia, la cittadina è attraversata dalla

Via cassia.
La Via Francigena
Seguendo le antiche mappe catastali e,
numerose testimonianze dei pellegrini raccolte
nei secoli, è stato possibile ricostruire
gli antichi tratti della Via Francigena presenti
nei territori dei comuni di Acquapendente,
San Lorenzo Nuovo e Bolsena.

comune acquapendente 7.
Sono stati segnalati e tabellati tratti particolarmente
significativi da un punto di vista
culturale ricchi di testimonianze storiche,
artistiche e architettoniche, che è possibile
ripercorrere con mezzi a motore seguendo
la S.S. Cassia, oppure in bicicletta, a piedi
e a cavallo, attraversando i centri storici e le

campagne circostanti..
Lungo i tratti vi sono dei pannelli didattici i quali indicano l’itinerario
e la posizione del visitatore,oltre che mostrare il disegno o
la pianta del monumento in questione.
Si tratta di strumenti che integrano la carta e che forniscono
indicazioni utili per percorrere i vari tratti. Va sottolineato infatti
che i tracciati della Via Francigena non si limitano a rappresentare
degli itinerari religiosi, piuttosto rappresentano dei percorsi
culturali, che attraversando le città e le campagne intorno ad
esse, diventano gli strumenti di divulgazione delle emergenze
presenti.

 

http://youtu.be/I89254w0KnY

acquapendente


Categorie:


Introduzione

Sulle origini di Acquapendente non esistono notizie certe. Si ipotizza che sull’ambito territoriale dove oggi sorge la città, sia stato inizialmente fondato un centro etrusco successivamente abitato dai romani e poi invaso e distrutto dalla furia dei Longobardi. Dalla reale analisi documentaria, si rintraccia, invece, una più probabile nascita (ma non è escluso che possa trattarsi di una rinascita) del nucleo urbano originato da un "vico" di nome Arisa, formatosi attorno la pieve di Santa Vittoria tra il IX e il X secolo, lungo la via Francigena, nata come collegamento tra Roma e i territori franchi dei carolingi di Francia e dei paesi germanici. L’ubicazione sull’importante strada medioevale fece sviluppare ben presto il piccolo borgo, che nel 964 ospitò l’imperatore Ottone I il quale risiedette in Acquapendente (questo nome compare per la prima volta nei documenti in tale occasione) spedendovi vari diplomi e siglandovi alcuni trattati di pace. Con la donazione, da parte di Matilde di Canossa, di tutti i suoi beni alla Chiesa, Acquapendente entra a far parte del Patrimonio di San Pietro ed è posta sotto la diocesi di Orvieto. Sono di questo periodo le prime guerre tra Orvieto ed Acquapendente che non voleva sottostarle; probabilmente perché la città aveva ormai raggiunto una certa importanza dovuta alla sua posizione strategica tra Marchesato di Toscana e Patrimonio di San Pietro. È lecito pensare che già in occasione di queste guerre Acquapendente fosse cinta da mura, ma non possiamo avere nessuna certezza sulla coincidenza perimetrale con gli attuali resti anche perché l’analisi diretta degli apparecchi murari che sono rimasti non autorizza a crederlo.

Mappa

42.7477229,11.863020199999937,13

Indirizzo

Comune Acquapendente Piazza G. Fabrizii,17 01021 Acquapendente(VT) tel. 0763 73091 fax 0763 711215 www.comuneacquapendente.it

Sito Web

Informazioni Correlate